Microbiota e patologie

 

 

 

 

 

 

Alla ricerca dell’una (medicina)

Paolo Mainardi

La scienza, che per secoli ha cercato di scomporre il mondo in parti semplici, ormai si è convinta che capire le parti è cosa ben diversa dal capire il tutto. In un sistema complesso le relazioni tra le parti generano proprietà collettive non attribuibili alle singole parti. Il corpo umano è un sistema complesso, lo studio delle relazioni tra organi può aprire la strada a nuovi approcci terapeutici.

 

Acquista

Barbara Pozzato sfrutta al massimo la sua esperienza di insegnante dalla prima infanzia fino all’età adulta e narra del microbiota come di una metropoli invisibile che costituisce l’ecosistema del corpo umano, in un linguaggio semplice, quasi fiabesco, conservando, comunque, un estremo rigore scientifico. Le illustrazioni di Antonella Giacomazzi facilitano ulteriormente la comprensione di concetti, non facili, spesso riservati a pochi addetti ai lavori.

 

Acquista

L’alimentazione corretta nelle diverse patologie

Sara Giannini, Martina Toschi

Oggi le attuali conoscenze sul microbiota fanno finalmente comprendere il ruolo del cibo come medicina, come sosteneva Ippocrate. Infatti, il cibo è il miglior modo per comunicare con il microbiota. In questo libro le nutrizioniste Sara Giannini e Martina Toschi forniscono consigli su diete che possono aiutare a ridurre diverse sintomatologie delle differenti patologie che hanno una causa in comune: un microbiota debole. Aiutano o possono sostituirsi ai farmaci? A voi la prova.

 

Acquista

Autismo: quale dieta?

Sara Giannini, Martina Toschi

 

Cari genitori di bambini autistici, l’elevata selettività nei confronti del cibo, che i vostri figli mostrano, rientra nelle caratteristiche della loro patologia. E’ il microbiota che decide quali cibi dobbiamo mangiare, in maniera molto forte, agendo sui centri cerebrali delle emozioni. Cibo e sesso sono fondamentali per la sopravvivenza. Così anche l’incapacità a masticare, a digerire il cibo (cibo indigerito nelle feci) mostrano un sistema digerente immaturo che non è riuscito a realizzare un forte microbiota. 

Il cibo è il miglior allenatore del microbiota, durante lo svezzamento, che dura fino a 7 anni, lo potenzia facendolo arrivare alla biodiversità dei ceppi batterici dell’adulto. Poi, il cibo mantiene la biodiversità dei ceppi batterici, fintanto che nell’anziano assistiamo a un suo declino fino tornare simile a quella dei primi mesi di vita. Invecchiando si trona bambini, nei primi mesi di vita, alla bassa biodiversità dei ceppi batterici corrisponde alla “vulnerabilità dei primi 1000 giorni di vita”, nell’anziano alla “fragilità dell’anziano”, definita come l’incapacità di riparare e rigenerare i tessuti continuamente danneggiati dall’ambiente.

In questo libro, gli autori forniscono validi consigli su come utilizzare il cibo per stimolare un nuovo svezzamento, in grado di potenziare il microbiota dei vostri figli

Acquista

The buggy brain: Interazioni tra microbiota e cervello.
Malattie neurologiche:prevenirle e curarle con la dieta.
Alessia Luongo Di Giacomo

Un gradevole caleidoscopio sulle attuali conoscenze sul microbiota. Consulente scientifico è il prof.Pasquale Striano, uno dei massimi esperti sul ruolo del microbiota nelle patologie neurologiche e neuropediatriche. Tra le righe di questo piacevole libro emerge la sua profonda conoscenza, ma è un veleggiare leggeri su concetti non facili ai non addetti ai lavori. Lo scopo di questo libro è avvicinare al microbiota soprattutto i più giovani, che saranno gli adulti di domani, incuriosendoli. Obbiettivo altamente raggiunto.

Acquista